Una Storia Straordinaria!

Photo by David Rodrigo on Unsplash

A poca distanza dalla Corniche di Abu Dhabi, Saadiyat Island è un’isola da cartolina: sabbia finissima e bianca, mare azzurro pastello, acque cristalline e miti dal Golfo Persico. Ventisette chilometri di pace e natura rigogliosa, un’area protetta in cui chiunque può trovare la privacy che cerca: ogni anno infatti le tartarughe tornano proprio su questa costa a deporre le loro uova. Anche a distanza di trent’anni una tartaruga nata su questa spiaggia torna qui per depositare la sua nidiata. Lo spettacolo di Saadiyat Island resta nel cuore a tutti.

Proprio sull’isola di Saadiyat Island si trova il distretto dedicato all’arte che ospita alcuni tra i musei più prestigiosi al mondo: qui ha da poco aperto anche il Louvre Abu Dhabi, icona dell’apertura alle diverse culture firmato dall’archi-star Jean Nouvel. Una prestigiosa vetrina che ospita numerose opere provenienti da Parigi, tra capolavori del passato e opere contemporanee, oltre a una ricca collezione d’arte del mondo islamico. Ventiquattromila metri quadri di suggestioni e una cupola del diametro di 180 metri capace di incantare non meno delle opere esposte. Abu Dhabi è capace di incantare con i capolavori più diversi. Quelli antichi, intrisi di storia e tradizione, come la Gran Moschea dello Sceicco Zayed, una delle più grandi del mondo, con le sue ottanta immense cupole e mille colonne di marmo bianco, oppure il Forte Al Jahili, architettura con imponenti mura merlate tra le più antiche di tutti gli Emirati. 
Ma basta spostarsi di poco e raggiungere la vicina Yas Island per venire catturati da opere avveniristiche che paiono atterrate dal futuro, come quella che ospita il Ferrari Word, uno dei parchi divertimento più grandi al mondo, oppure lo Yas Waterworld, con il suo tripudio di colori, scivoli e piscine sensazionali. Ad Abu Dhabi si possono vivere le esperienze più diverse, ma tutte sempre da favola.

il tuo viaggio può poi continuare a Dubai, che da Ottobre sarà la cornice per l’avvenieristico Expo 2020

DUBAI EXPO 2020
Connecting minds, creating the future
20 ott 2020 / 10 apr 2021

Connettere le menti, creare il futuro: è l’affascinante concetto scelto come tema di Expo 2020, per porre l’Uomo al centro della prossima frontiera dell’evoluzione tecnologica, per svelare quel futuro che effettivamente è già qui. Questa edizione dell’esposizione universale, la prima in un paese arabo, segna il passaggio epocale che accompagna l’intera umanità a guardare oltre le macchine, che hanno dominato l’evoluzione tecnologica nell’ultimo secolo, per raggiungere un futuro al cui centro c’è l’Uomo e la sua capacità di lavorare insieme per realizzare progetti ancora più grandi.

All’interno del nuovo quartiere ufficialmente chiamato il Dubai World Central, ma anche detto Dubai South, che si estende su una superficie di 400 ettari, sorge l’Expo 2020, con un’area espositiva di 150 ettari vicino all’Aeroporto Internazionale Āl Maktūm, che attende 25 milioni di visitatori e oltre 150 paesi partecipanti all’esposizione.

Il progetto mastodontico da otto miliardi di euro che porta il nome di Expo 2020 si affianca ad altri progetti pensati dall’emiro per rendere ancora più unica Dubai; i più significativi di questi vanno dalla torre di Santiago Calatrava, che mira a superare gli 829 metri di altezza del Burj Khalifa per diventare la più alta del mondo, al treno Hyperloop che viaggia a 800 chilometri all’ora, alla Aladdin City, posizionata a 450 metri dal Creek Harbour, all’immenso The Frame, un’enorme cornice vuota alta 150 metri.

Menu